FANDOM


Новара (Novara Calcio)
250px
'

Известные группировки

Ultras Novara 1908 (Gioventù Biancoblu, Gruppo Alcolico Cureggio 1998, Gruppo Zei, Legione 1983, Novarasta, Novarello Group, Offensiva Biancoblu, Sezione, Vecchia Guardia, Vecchio Stampo, Zoo Novara)

Идеология

Друзья

Монтеварки, Олбия, Римини

Фотоархивы

Fototifo, Stadion Welt, Ultras-Tifo

ИсторияEdit

Mancano tre tifoserie alla chiusura del tour Piemontese, una di queste è quella del Novara che dopo 55 anni tornerà ad esibirsi nella massima serie del calcio Italiano. Tifoseria di discreto livello, che ha raggiunto uno dei suoi picchi massimi la scorsa stagione, quando in occasione della sfida di Coppa Italia contro il Milan a San Siro si riversarono circa 10.000 Novaresi; ma normalmente il numero di presenze dei tifosi azzurri non è molto cospicuo.

Il gruppo attualmente principale è quello degli Ultras Novara 1908, dopo l' "abdicazione" della Legione; tanti altri piccoli gruppi sono presenti nella Nord, come la Gioventù Biancoblu, il G.A.C. 1998, il Gruppo Zei, Novarasta, Novarello Group, Offensiva, la Sezione, Vecchia Guardia, Vecchio Stampo e Zoo.

Buoni sono i rapporti con gli Ultras di Montevarchi, Olbia e Rimini, mentre le rivalità maggiori sono quelle con Torino, Pavia, Cremonese, Alessandria e Pro Vercelli.


Эта страница содержит CCL информацию из Википедии (авторы).

A Novara il movimento ultras sbarca all'inizio degli anni 70, quando un gruppo dei ragazzi inizia a organizzarsi e a radunarsi sotto lo striscione "Commandos", il gruppo si distingue per l'affiatamento e l'organizzazione assolutamente sopra alle medie del periodo, a tutt'oggi viene ancora ricordata la mitica trasferta di Varese del 1976 dove il gruppo riempì un treno con 2000 novaresi e gli scontri con Inter, Genoa e Como], in seguito però alla retrocessione in serie C del 1978 (allora considerata un disonore) il gruppo si scioglie lasciando temporaneamente il controllo della curva alle "Brigate Bianco Azzurre".

Bisognerà attendere il 1983 per assistere alla rinascita di un gruppo trainante: la "Legione", che per 20 anni sarà il punto di riferimento dei tifosi di Novara e provincia, nonostante i risultati non aiutano e la squadra stazioni stabilmente in C2 sorgono altri gruppi "minori" come ZOO, Novarasta, Rizzo Gruop e Galliate, il movimento cresce fino al 1996, anno della promozione in C1 ad opera di Armani, facendo sì che la tifoseria novarese si distingua come una delle più importanti della categoria. Dopo la promozione la squadra attraversa una forte crisi societaria, ne segue l'immediata retrocessione e una serie di gestioni che portano la presenza in curva nord ai minimi storici e nonostante nel 2003 la squadra ritrova la Serie C1, il lento declino e la mancanza di un ricambio generazionale nel 2005 porta la Legione allo scioglimento.

Nel 2006 l'arrivo della famiglia De Salvo porta stabilità e in un paio di stagioni arrivano risultati positivi, le due annate che portano alla conquista della Serie B e l'anno successivo delle Serie A, attirano al Piola e in trasferta migliaia di persone. In Coppa Italia con il Milan nel 2010 al Meazza ci sono 12.000 novaresi.


Negli oltre 100 anni del Novara, più di un terzo del suo cammino è stato accompagnato nel bene e nel male dal Club “Fedelissimi Novara Calcio”. Il Club nacque ufficialmente la sera di sabato 6 giugno 1964. Anche se ad onor del vero, da qualche tempo era già attiva una pattuglia di tifosi che avrebbe poi deciso di regolarizzare il Club. Si trattava inizialmente di stabilire una certo tipo di rapporto tra i tifosi novaresi e la società azzurra: nelle sale della Pro Novara, oltre cento tifosi si erano dati convegno per incontrare gli allora dirigenti novaresi. A voler vedere, le cose richieste dai tifosi di oltre 40 anni fa non si discostano molto da quelle che chiedono gli attuali: maggiori contatti con la società ed i suoi esponenti ed altrettanti con le società minori novaresi per infoltire il vivaio, oltre ovviamente ai soliti consigli nelle campagne cessioni e acquisti.

Nulla di nuovo sotto il sole, se non fosse che certe richieste sono rimaste valide nel tempo. Coordinata dalla regia di Gianni Milanesi (sì proprio lui, la futura voce del Novara in tante trasferte radiofoniche), la società novarese dimostrò di ben comprendere le necessità di quei tifosi e si presentò col vicepresidente De Giuli, con Luciano Marmo, il tonante avvocato Celestino Sartorio, il medico Pino Fortina (capostipite di una dinastia azzurra), un giovanissimo Santino Tarantola, Olivieri, Giustiniani e Borzino. Primo Presidente dei “Fedelissimi” fu il cav. Sguazzini (1964) spronato dal mitico Canzio Anselmi, un furetto emiliano che aveva travasato tutta la sua sanguinea passione verso il Novara Calcio. Così l’avventura prese il via, col tempo arrivò alla presidenza l’avv. Genocchio (1965-66), poi Egidio Nuvolone (1966-70).

Fu un po’ l’epoca d’oro del Club, grazie a lui e con spese ridotte, molte persone impararono a girare l’Italia in treno ed in aereo. Certe trasferta a Roma o a Catania vengono ancora oggi ricordate con nostalgia. Nuvolone poi passò dall’altra parte della barricata, diventando dirigente del Novara (un fenomeno che si ripeterà, essendo stato il Club una culla per futuri dirigenti e presidenti). A lui successe Walter Stipari (1970-72), altro futuro dirigente e presidente. Vi fu una scissione da parte di un gruppo di giovanissimi che volevano ritagliarsi uno spazio autonomo, nacque così il “Club Commandos” guidato nel tempo da Vincenzo Fasoli, Cesare Colombino e Pietro Brustia. Una parte importante del tifo di allora: nacquero le coreografie, i canti, gli sfottò con i tifosi avversari, che poi aspettavano le partite di ritorno per contraccambiare. I “Fedelissimi”, comunque, agirono saggiamente senza mai entrare in contrasto con i più giovani, anzi una mutua cooperazione fece aumentare il numero degli iscritti da una parte e dall’altra.

Fu la volta poi del geom. Carlo Romani (1972-74) che lasciò la carica per quell'indimenticabile personaggio che fu il “cumenda” Rocco Galbani (1974-82), anche lui passato successivamente nelle file dirigenziali azzurre, cedendo il testimone ad un altro grosso personaggio novarese, Secondo Gallarati (1982-88), gestore del Ristorante Caglieri, che proprio anni fa ha chiuso definitivamente i battenti con molto rimpianto. E proprio al ristorante Caglieri si susseguirono cene, riunioni, strategie ed altro, visto che le squadre e i dirigenti erano spesso a cena dal Secondo.

Dal 1988 sino al 2009, Presidente del Club fu l’avvocato Vittorio Tarditi, divenuto nel frattempo parlamentare, ma nonostante ciò non dimenticò mai la domenica di presenziare alle partite. La storia recente del Club è nota: arriva alla presidenza l’ex sindaco di Novara Massimo Giordano, che con una squadra di consiglieri vecchi e nuovi riesce a far rifiorire il Club e portarlo a livelli eccellenti. Ma se questi sono i vertici del Club Fedelissimi Novara Calcio, vi sono alcuni personaggi che dietro le quinte hanno retto le sorti del Club, i compianti Canzio Anselmi, Aldo Raneli, mentre sempre sulle barricate Giuseppe Millo, che in quei tempi di “vacche magre” ha tirato avanti il Club con pochi soldi e pochissimo aiuto: solo quello di Beppe Vaccarone e Secondino Lo Curto. D’altra parte ha già del miracoloso che 55 anni di serie minori (fra cui molti in C1 e C2) non abbiano fatto sfuggire la voglia a tutti di abbandonare questo progetto.

I Fedelissimi sono sempre stati presenti in edicola col loro giornale “Il Fedelissimo”, presenti ogni anno con il proprio “calendarietto” e con i vari premi dedicati, il Referendum ed il trofeo Marmo (da qualche anno finito un po’ nel dimenticatoio, ma con la promessa di ripristinarlo al più presto). Con l’avvento di altri club e con il cambiare dei tempi, i “Fedelissimi” sono andati avanti con molti sforzi, ma tuttora il Club è guardato con simpatia dai vecchi tifosi ed anche dai giovani, che apprezzano lo spirito battagliero e mai accomodante del giornale, divenuto assieme ad altre pubblicazioni della società, un punto fermo dei giorni antecedenti il pre-partita casalingo. Un miracolo che si ripete ogni anno, a dispetto dei tempi e delle mode che vogliono le tifoserie giovanissime e sempre pronte alle scontro fisico. Provate a vedere una partita in mezzo ai Fedelissimi: critiche, mugugni e litigate che non hanno età. Il sito ufficiale del Club Fedelissimi è http://www.vanovarava.it/vnv/

ПримечанияEdit

СсылкиEdit

Milan - Novara Ultras Novara01:21

Milan - Novara Ultras Novara

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.